Posto di blocco

Il Panzone va a trovare l'amico Zacchettone a Novara, il quale, recentemente tornato da un viaggio a Praga, ha una disumana scorta di birra. Il Panzone non sarebbe un panzone se non fosse attirato dalla birra come l'ape dal fiore.
'Panzone, è inutile chiederti di non esagerare. Posso solo pregarti di porre un limite alla tua esagerazione?'
'Tipo?'
'Tipo non metterti al volante in uno stato pietoso dopo aver tracannato qualche litrozzo di birra?'
'Prometto che se esagero nell'esagerare rimango a dormire dall'amico Zacchettone.'
Rassicurata, lo saluto esortandolo a bere un bicchiere anche per me.
Il Panzone passa la sua serata scolando bottiglie e fumando sigarette, sigari e altro non pervenuto finchè non decide che è arrivato il momento di salutare l'amico Zacchettone.
Amico Zacchettone: 'Sei sicuro di volerti mettere alla guida? Lo sai che puoi rimanere qui.'
Panzone: ''Sshto bessshimo. Faccio due passshi e poi torno a cassha.'
Nel freddo della notte il Panzone barcollante si riprende e decide che è pronto per mettersi alla guida. Dopo un po' di giri inutili perchè non ricorda dove ha parcheggiato è finalmente sulla strada del ritorno.
'Non faccio l'autostrada, non mi sento sicuro. Prendo la statale e vado pianissimo così se c'è un posto di blocco non mi fermano.' mi dice al telefono.
Finestrini abbassati perchè il freddo lo tiene sveglio, una statale a sua disposizione e un Panzone che guida rispettando i limiti di velocità per scongiurare l'etilometro.
Poco dopo la partenza, come per magia, compare un posto di blocco della polizia.
'L'etilometro no, l'etilometro no…' prega il Panzone.
'Patente e libretto.' 
'Ecco.'
'L' auto non è sua?'
'No è di mia madre.' il Panzone suda freddo e continua a pregare 'l'etilometro no, l'etilometro no'
'Va bene, vada pure.'
Sollevato riparte e decide di viaggiare ancora più piano. Dopo pochi chilometri, ancora per magia, compare un altro posto di blocco. Questa volta sono carabinieri.
'L'etilometro no, l'etilometro no…' ricomincia a pregare.
'Patente e libretto.'
'L'etilometro no, l'etilometro no…'
'Scenda dall'auto e apra il portabagagli.'
Il Panzone esegue gli ordini.
'Svuoti le tasche e apra il cofano.'
Il carabiniere ispeziona tutto fin nei minimi dettagli: guarda il motore, fruga sotto i sedili, controlla più volte i documenti del Panzone. Poi alla fine: 'Va bene può andare. Ci era sembrato sospetto perchè è stato l'unico a passare nei limiti di velocità.'

 

Annunci

4 comments so far

  1. ProfStanco on

    Fantastico.
    Una volta, sono stato fermato perché avevo rallentato.
    –> Grazie. Erano sessanta chilometri che cercavamo di raggiungerla.

  2. giovanotta on

    ahaha!… certo è un po' drammatico forse per i ragazzi voler uscire la sera e divertirsi e poi tornare con l'ansia di aver "sgarato" con un bicchiere di troppo.. ma del resto sappiamo tutti che va bene così..
    ciao

    • L'amico Zacchettone on

      Che “ragazzi”?
      Io sono eleggibile al senato e Panzone è poco più giovane di me!

      • nerdina on

        Più che ragazzi siete dei bambinoni!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: