La maledizione dei bottoni

Mio padre ha la capacità di perdere sempre tutti i bottoni. Dalle giacche, dai cappotti, pure quelli dei pantaloni. La mattina si infila la camicia e: 'Porco di qui, porco di là!'
'Non bestemmiare!' gli urla mia madre.
'Ma ho perso un bottone della camicia.'
'Sai che novità. Non ci hai ancora fatto l'abitudine?'
Passeggi con lui e ad un certo punto senti "ticchete"  e senza neanche guardare sai già che per terra troverai un suo bottone. E' riuscito a perdere anche quelli di riserva che sono cuciti dentro i vestiti e che servono in caso la gente normale inavvertitamente perda il bottone. Ho detto inavvertitamente, non sistematicamente!
'Guarda che seminandoli in giro non troverai mica gli alberi di bottoni!' gli dice sempre mia madre.
'Ufff' risponde lui, 'per una volta che perdo un bottone!'
La mattina stai per uscire di casa e lui ti blocca: 'ferma, dove vai?'
'Vado in università, questa mattina ho lezione.'
'Sì però prima attaccami questo bottone!' perchè naturalmente lui non è neanche in grado di ricucirseli.
'Non potevi sposare un sarto?' dico un giorno a mia madre.
'Che ci vuoi fare, ormai è andata così!' risponde lei rassegnata mentre rovista nella scatola del cucito alla disperata ricerca di un ago.
Ma non è tutto. Questa simpatica caratteristica in realtà è una tara genetica. E per di più ereditaria. Io fortunatamente ho ripreso da mia madre. Ma la perfezione non esiste e su un campionario di quattro figli era inevitabile che almeno uno presentasse gli stessi sintomi. La sorte si è accanita su mia sorella minore.
'Cerca di stare attenta.' le diciamo.
'Io non faccio nulla, non è colpa mia! Ma non potevo essere una figlia illegittima?'
'E allora è colpa mia?' le risponde mia madre.
'Sì, se lo avessi tradito non avrei il dna bacato!'
'Ma piantala, quante storie!' interviene mio padre 'Si vive benissimo anche senza bottoni.'
Sarà anche così, ma mia sorella è disperata. E anche io, visto che pure lei è assolutamente incapace di tenere un ago in mano.
'Questa non è una tara genetica, ma una maledizione!' urla un giorno mia sorella entrando in casa.
'Che è successo?'
'Ho visto in un negozio una giacca bellissima e che costava poco.'
'E perchè non l'hai comprata?'
'Perchè della mia taglia ne era rimasta solo una e a quell' unica mancava un bottone!'

Annunci

1 comment so far

  1. MADMATH on

    curioso ke i grandi non abbiamo la curiosità di imparare a riattaccarsi un bottone. E rallentare la velocità della vita quando serve.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: